Negli ultimi anni il rapporto uomo-animale, soprattutto con cane e gatto, è cambiato profondamente. Fino a non molto tempo fa il cane era considerato un animale da lavoro ( veniva infatti definito dalla sua funzione: da caccia, da guardia, etc…), ora invece è diventato un elemento stabile del nucleo famigliare, e lo stesso dicasi per il gatto che è passato da “acchiappa topi nel granaio” a “principe del salotto”.Questa stretta convivenza ha portato molta felicità e conforto negli umani che godono della loro compagnia, ma purtroppo, talvolta ha creato dei problemi, poiché il linguaggio dei nostri “pets” non viene sempre correttamente interpretato dai proprietari, e le loro esigenze di base non vengono soddisfatte.

Da questa incomprensione possono nascere diversi tipi di problemi: cani disobbedienti, che non possono essere lasciati soli, aggressivi o paurosi, oppure gatti con urinazione inappropriata o ingestibili. In questi casi è essenziale ripristinare l’equilibrio comprendendo i messaggi che i nostri “amici pelosi” ci mandano e soddisfacendo le loro necessità bio-etologiche.
Il veterinario comportamentalista può essere decisivo nell’individuare la causa del disagio dei nostri amici e può aiutare i proprietari e i pazienti in maniera definitiva.
Quindi se il vostro cane morde o ringhia contro di voi o la vostra famiglia, ulula o abbaia in maniera continuativa o fastidiosa, facendo scoppiare liti condominiali, se lasciato solo vi distrugge casa, se tira al guinzaglio oppure fa pipi o feci in casa, potrebbe essere il momento di consultare un esperto per risolvere il problema.
Esistono inoltre situazioni in cui non è specificatamente il rapporto uomo-animale il punto problematico, ma piuttosto l’incapacità del nostro amico ad adattarsi all’ambiente in cui vive, per esempio problemi di mancata socializzazione da cucciolo, traumi subiti, situazioni collegate ad elementi di stress e fobie ed altri problemi di profondo disagio. In questi casi, talvolta estremamente complessi, l’intervento di un veterinario comportamentalista è fondamentale per cercare una soluzione, soprattutto perché spesso l’alternativa ad un approccio comportamentale sistematico e competente è l’eutanasia.

medicina comportamentale
Perini Alberto


Dr. Alberto Perini Med. Vet. PhD

Responsabile della U.O. di Anestesia e Problemi Comportamental

anestesia@cvmalpensa.it

medicina comportamentale
medicina comportamentale
medicina comportamentale
Share by: