L’Unità Operativa di Oncologia è diretta dalla Dr.ssa Paola Valenti (DMV, MS, Diplomate, American College of Veterinary Internal Medicine, Board Certified in Oncology, Specialista riconosciuto a livello internazionale in oncologia dei piccoli animali).

 

 

Che cosa ci si deve aspettare quando si prende un appuntamento con l’U.O di Oncologia?


Un paziente che verrà seguito dall’UO di Oncologia potrà aver bisogno di:


1. Consulto per un tumore appena diagnosticato o per un sospetto tumore
Il primo consulto durerà circa 60-90 minuti e si raccoglieranno tutte le informazioni riguardanti la diagnosi, le indagini effettuate, le condizioni cliniche del paziente e le terapie già effettuate.
Se necessarie, verranno consigliate ed effettuate indagini che possano contribuire a chiarire il quadro clinico, a fornire informazioni prognostiche e ad impostare una terapia mirata


2. C ontrolli
Sono consigliati per tutti i pazienti in cui è in corso una terapia o che, dopo averla terminata, richiedono un attento monitoraggio.
I controlli durano ca. 45- 60 minuti e prevedono una visita clinica, l’esecuzione, se necessario, di esami e la rivalutazione del piano terapeutico, se ancora in atto.


3. Chemioterapie
Le chemioterapie possono essere somministrate per via orale, sottocutanea o intravenosa.
Le somministrazioni per via endovenosa vengono somministrate in ospedale dagli oncologi e possono durare da 15 a 60 minuti.
A seconda del protocollo scelto, potranno essere richiesti degli esami da effettuare prima della somministrazione del farmaco e, se sarà necessario portare il paziente a digiuno, verrà comunicato per tempo.
In caso di farmaci da somministrare per via orale, verranno fornite tutte le istruzioni per una corretta somministrazione dei farmaci.


4. Sedute di elettrochemioterapia
Anche l’elettrochemioterapia, come la chemioterapia tradizionale, viene somministrata in ospedale in regime di day- hospital.
La seduta dura pochi minuti ma è necessaria una breve anestesia per alleviare i sintomi associati all'applicazione di impulsi elettrici.
Sono solitamente necessarie un minimo di due sedute, ma, a seconda del tumore e del protocollo, possono essere richieste più applicazioni.

 

L’UO di Oncologia, oltre a collaborare con tutte le altre UO specialistiche, per garantire le cure di più elevato livello, è dotata di una cappa a flusso laminare verticale di Classe II per la corretta somministrazione dei chemioterapici e ha a disposizione, per i trattamenti elettrochemioterapici, un elettroporatore (Onkodisruptor) di ultima generazione.

 

Unità Operativa di Oncologia:

- Dr.ssa Paola Valenti

- Dr.ssa Chiara Catalucci

Che cos’è uno specialista in oncologia?


Uno specialista certificato in oncologia è un medico veterinario che ha completato un percorso di studi di 3-5 anni focalizzato in oncologia e, dopo aver sostenuto un esame, ottiene il titolo di specialista riconosciuto a livello internazionale (riconosciuto dal college Europeo o Americano).
Questo significa che lo specialista ha raggiunto un livello professionale di eccellenza e che è in grado di gestire le malattie che riguardano la sua specializzazione, offrendo trattamenti di qualità elevatissima per i suoi pazienti.
Come in medicina umana, una volta che è stata fatta diagnosi di tumore ad un animale, potrebbe essere richiesto il parere di uno specialista, che collaborerà in modo stretto con il veterinario curante e con la famiglia dell’animale per garantire le cure di più alto livello, i protocolli di più recente acquisizione e per mantenere la qualità di vita dei pazienti.
Sia il veterinario curante che la famiglia del paziente saranno sempre aggiornati sul percorso diagnostico e terapeutico intrapreso e le decisioni verranno prese di comune accordo.

Valenti Paola

Dr.ssa Paola Valenti

Dr Med. Vet. Dipl. ACVIM Oncology

Dr Med. Vet. Responsabile della U.O. di Oncologia

oncologia@cvmalpensa.it

 

Perché rivolgersi ad un oncologo specialista?


Gli animali domestici sono parte integrante del nucleo familiare e richiedono la stessa attenzione nelle cure di qualsiasi altro membro della famiglia.
I tumori possono svilupparsi negli animali nello stesso modo in cui si sviluppano nell’uomo e, con i progressi fatti in oncologia veterinaria negli ultimi 20 anni, i nostri animali possono ricevere cure sempre più nuove, che possano offrire la guarigione o, in alcuni casi, prolungare sensibilmente l’aspettativa di vita, garantendo allo stesso tempo la qualità di vita.
L’oncologo specialista aiuterà i veterinari curanti e i proprietari a scegliere tra le diverse opzioni di trattamento a disposizione.

 

 

 

Quali sono le ragioni specifiche per fare riferimento ad un oncologo specialista?


Un oncologo specialista, grazie al suo percorso di studi, dovrà garantire il massimo equilibrio tra il trattamento e la qualità di vita del paziente, dovrà riconoscere tempestivamente gli effetti collaterali che potranno derivare dalla terapia e potrà scegliere tra diversi protocolli per ridurre gli effetti indesiderati, il rischio di recidiva o di progressione di malattia.
L’oncologo specialista sarà inoltre di ausilio nel coordinare le diverse figure professionali coinvolte nel trattamento, come il chirurgo oncologo e il radioncologo.

Share by: