Il laboratorio di elettrofisiologia si avvale di attrezzature all’avanguardia per l’impianto di pacemaker, per l’esecuzione di studi elettrofisiologici e ablazioni con radiofrequenza e per cardioversioni elettriche. L’impianto di pacemaker è la terapia di elezione per i soggetti affetti da bradicardia sintomatica e rappresenta una procedura di cardiologia interventistica mediante la quale, attraverso un accesso dalla vena giugulare, viene posizionato un elettrodo nel ventricolo destro in grado di stimolare il cuore ad una frequenza cardiaca adeguata. Lo studio elettrofisiologico, invece, rappresenta una procedura diagnostica che prevede la registrazione di tracciati elettrocardiografici rilevati da elettrodi posizionati all’interno delle camere cardiache per effettuare la diagnosi corretta delle tachicardie sopraventricolari e ventricolari. Nella stessa sede, oltre alla procedura diagnostica, è possibile effettuare la procedura terapeutica della tachicardia mediante ablazione con radiofrequenza ablazione con radiofrequenza della parte di tessuto cardiaco che induce l’aritmia.La cardioversione elettrica è una procedura che tramite uno shock elettrico sincronizzato permette il ripristino del ritmo sinusale principalmente in pazienti con fibrillazione atriale.

elettrocardiografia

Pacemaker bicamerale in modalita DDD

Pacemaker bicamerale in modalita DDD

Pacemaker monocamerale epicardico

Pacemaker monocamerale epicardico

Puntura transettale per ablazione tachicardia atriale focale dalle vene polmonari

Puntura transettale per ablazione tachicardia atriale focale
Share by: