Rinoscopia

Le indicazioni per la gastroduodenoscopia includono nausea, scialorrea (profusa salivazione), vomito, ematemesi (vomito con sangue), melena (feci nere), inspiegabili variazioni della respirazione, alterazioni dell’appetito, perdita di peso e diarrea. Tale indagine rappresenta il mezzo diagnostico più valido nonchè il meno invasivo per la valutazione di stomaco e piccolo intestino ed il campionamento di biopsie. La gastroduodenoscopia trova inoltre applicazione nel monitoraggio delle risposte terapeutiche in corso di patologie croniche ed ulcere. Infine, tale indagine riconosce un’applicazione terapeutica nella rimozione della maggior parte dei corpi estranei durante la stessa sede diagnostica.

Endoscopia del cardias in retroversione

Immagine endoscopica del cardias in retroversione

Endoscopia del corpo gastrico

Immagine endoscopica del corpo gastrico

Share by: